Artemisia gallery Perugia | Mostra “Blowup and Futurismo” – 1 luglio – 22 luglio
814
post-template-default,single,single-post,postid-814,single-format-gallery,edgt-core-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor-ver-1.8.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive

Mostra “Blowup and Futurismo” – 1 luglio – 22 luglio

Due correnti artistiche, due modi di vivere l’arte, due personalità, due vissuti, due esperienze: le opere di Andrea Dejana e di Leonardo Orsini colloquiano e si confrontano nella mostra Blow up and Futurismo che la Galleria Artemisia di Perugia pone all’attenzione del pubblico.

Andrea Dejana, ha esposto in Italia e all’estero, ha fondato un Movimento artistico-culturale – il neomondialismo – e ha ideato il BLOW UP, una tecnica capace di trasformare l’esperienza pittorica in un gesto artistico materico oltre il confine dell’arte figurativa. Oggi le sue opere sono apprezzate e collezionate da personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura. Il suo lavoro artistico vive in un immaginario contemporaneo che si nutre di ironia e colore, con uno sguardo disincantato ma fiducioso sulla nostra disperata meravigliosa umanità.

Leonardo Orsini. Architetto con l’arte nel sangue, le opere di Leonardo dichiaratamente risentono dell’influsso della corrente Futurista (in special modo del perugino Gerardo Dottori, che l’artista ha avuto la fortuna di conoscere in gioventù), corrente nella quale Leonardo stesso ascrive la sua arte. Il razionale, rigoroso tratto delle opere figurative di Orsini si contrappone all’astrattismo di Dejana; ma attenzione a giudicare “semplice” il gesto artistico di Leonardo Orsini, il soggetto è soltanto un mezzo attraverso il quale esprimere l’elogio per il dinamismo, vero soggetto dei quadri di Leonardo e punto cardine della poetica futurista. Traiettorie di proiettili, voli di aquile, cavalli al galoppo esprimono con tutta la loro potenza il concetto di velocità e dinamismo, elogio al fascino della tecnologia e delle potenzialità umane.